Protesi

Disciplina che si occupa della sostituzione dei denti persi mediante dispositivi mobili o fissi e della restaurazione dei denti fortemente compromessi da carie o parodontite.

QUALE SOLUZIONE ADOTTARE PER I DENTI MANCANTI?

  • Diagnosi e pianificazione in protesi

Viene analizzata la condizione dell’articolazione mandibola cranio, se presenta qualche disturbo è d’obbligo dapprima la terapia articolare.

La condizione clinica esistente viene studiata su modelli in gesso che riproducono le arcate dentarie, e sui quali si prefigurano le modifiche da apportare e di conseguenze la protesi da realizzare. Questa prefigurazione viene fatta in base a valori clinici, montando i modelli in gesso su simulatori di movimenti  (ARTICOLATORI) dopo aver rilevato l’arco facciale.

Modelli montati in articolatori

Modelli studio

Arco Facciale

Con la posizione definita dei mascellari si darà una forma ai denti in base a parametri funzionali, estetici, fonetici. Realizzato un prototipo con tutti requisiti visti prima, sui modelli, si trasforma in una protesi provvisoria che una volta applicata sul paziente, consente di valutare estetica –funzione – fonetica e confort.

Si realizza una protesi provvisoria che una volta applicata sul paziente, consente di valutare estetica – funzione – fonetica e confort.

Sulla protesi provvisoria (in resina) è possibile eseguire tutte le modifiche necessarie prima di trasformarla in protesi definitiva (ceramica).

Cosa sono le corone protesiche? E le capsule?

Sono in realtà la stessa cosa, ovvero manufatti in ceramica per la restaurazione di denti molto compromessi. Oggi si impiegano solitamente materiali come la ceramica integrale che consente risultati estetici e funzionali  eccellenti.

Cosa sono i ponti protesici?

Sono denti artificiali, fissi, con l’impiego di denti naturali, come pilastri, per travate in metallo e ceramica o tutte in ceramica successivamente cementate.

Con quali materiali possono essere costruite le corone protesiche?

Le corone  singole o multiple ”ponti” possono essere in ceramica su metallo  o in  ceramica integrale zirconia o disilicato di litio.

Materiali differenti  hanno un differente biocompatibilità e una differente resa estetica   entrambi i parametri a favore delle ceramiche integrali come evidente anche dai casi mostrati, rifacimenti di vecchie protesi in metallo ceramica.

Questa soluzione protesica, per la sostituzione di denti persi, ha un prezzo biologico alto se i denti pilastro sono sani poiché richiedono una limatura con l’asportazione di tessuto sano. Per questo infatti, questa tecnica è sempre meno impiegata oggi, in favore dell’implantologia.

Sostituzione di vecchio ponte mediante corone in zirconia e ceramica

Sostituzione di vecchio ponte mediante corone in zirconia e ceramica

Sostituzione di vecchio ponte mediante corone in zirconia e ceramica

Sostituzione di vecchio ponte mediante corone in zirconia e ceramica

Caso Clinico:

Caso Clinico:

Premolare infiltrato da carie e fratturato la carie e struttura non sostenuta

Premolare infiltrato da carie e fratturato la carie e struttura non sostenuta

Overlay su modello

Cementazione

Domande frequenti

Esiste una garanzia sulle protesi dentarie?

Se si intende una garanzia come prodotti di consumo no, è un dispositivo medico parte integrante di una terapia medica. Tuttavia l’odontoiatra deve garantire diligenza professionale e l’odontotecnico rilasciare certificazione di conformità della protesi che attesti materiali e loro provenienza  e la fabbricazione.

I dati in letteratura indicano che il 90 % delle protesi ben eseguite durano circa 10 anni ma questo può variare molto in più o in meno in base al livello di igiene, dai controlli cui si sottopone il paziente.

Il sanguinamento delle gengive intorno alle corone protesiche è normale?

No, sia che la protesi sia da poco realizzata, sia che il sanguinamento fosse presente prima della suddetta realizzazione. La protesi infatti va realizzata in condizioni di salute gengivale, e deve consentire il mantenimento della suddetta  nel tempo. Protesi imprecise, (larghe) favoriscono la deposizione della placca che evoca infiammazione gengivale.

Una protesi fissa va pulita oltre che con lo spazzolino convenzionale anche con filo interdentale e scovolino interdentale, strumento indispensabile per l’eliminazione della placca dalle zone  interdentali.

Che cos'è una corona protesica?

Chiamata comunemente “capsula” è un guscio che ricopre la porzione residua del dente o di un impianto, riproducendo forma e colore di  un dente naturale. Più corone unite vengono chiamate  “ponte”.

Le corone protesiche sono tutte uguali?

No, esistono infatti corone in ceramica integrale (zirconia- disilicato di litio) che hanno delle caratteristiche altamente estetiche, e corone che hanno una base in metallo su cui viene applicata la ceramica ,soluzione questa  in cui l’estetica è più difficile da ottenere.

Caso Clinico:

Sostitituzione di una vecchia corona di un incisivo laterale, notare come la gengiva non abbia più quell’orletto viola.

Caso Clinico:

Restauro multiplo di elementi ampiamente abrasi dal digrignamento notturno

×